N26 Google Pay Italia: cos’è e come funziona

N26 Google Pay porta ai titolari di dispositivi con sistemi operativi Android, gli stessi vantaggi riservati già da un po’ di tempo a coloro che usano N26 con Apple pay. Vediamo le caratteristiche del servizio e come procedere per poter usare con N26 il pagamento veloce e sicuro Google Pay.

N26 Google pay: che cosa offre?

I titolari del conto N26 possono ora usare Google pay per fare i pagamenti usando lo smartphone. Questo servizio è accessibile per i titolari del conto N26 residenti in Italia, Germania, Spagna e Irlanda, Belgio e Slovacchia.

Il servizio è già disponibile, quindi chi ha un conto N26 Standard, Metal e Black e una carta Mastercard N26 (comprese la Metal e la Black) devono semplicemente:

  • scaricare l’app Google Pay dal Google Play store;
  • seguire la semplice procedura per collegare la carta all’app.


Come requisiti minimi indispensabili dovranno essere quindi soddisfatti solamente:

  • residenza in uno dei Paesi accettati (Italia compresa);
  • possesso di uno smartphone compatibile con la tecnologia NFC e che sia dotato di un sistema Android con sistema operativo a partire da 4.4 o versione successiva;
  • il download e l’installazione dell’app.

N26 Google pay: è sicuro?

Il sistema è logicamente sicuro. Per i pagamenti sotto i 25 euro non si deve e inserire alcun pin (così come avviene per i pagamento contactless da carta classica).

Per importi superiori si deve sbloccare il telefono per rendere la procedura più sicura. Google Pay può essere confermata con il touch id tramite impronta digitale per i telefoni abilitati.

Quindi in sintesi, concludendo, i titolari N26 con Google pay possono pagare tramite la propria carta Mastercard su conto N26 senza dover portare la card (o esibirla) ma usando il cellulare dove è installata l’app.

N26 Google pay: dove si può usare?

Il pagamento con la carta N26 su Google Pay può essere fatto presso qualsiasi negozio che è collegato al circuito Mastercard, e con Pos abilitato al pagamento con tecnologia NFC. Per fare il pagamento è sufficiente avvicinare lo smartphone al pos.

Se invece lo si vuole usare per fare i pagamenti online, si deve passare per l’uso del messaggio push che serve per confermare il pagamento e concludere così la transazione.

N26 Google Pay: come si abbina la carta?

Ci sono, come per Apple Pay, due procedure per abbinare la carta Mastercard N26 Standard, Metal e Black con Google Pay:

  • la procedura generica, che richiede l’inserimento dei dati della carta nell’applicazione;
  • quella propria di N26 che risparmia alcuni passaggi e permette di evitare degli errori nell’inserimento dei dati.

In questo secondo caso i passaggi da seguire sono:

  • scaricare e installare l’applicazione gratis di Google Pay da Google Play store;
  • seguire le istruzioni per l’inserimento dei dati della carta;
  • configurare il blocco dello schermo (condizione necessaria ma se il blocco è già configurato allora questo passaggio può essere saltato);
  • aggiungere la carta Mastercard N26, confermare e si può iniziare ad usarla.
Ti piace? Dillo su:

Carta conto del mese

La carta conto del mese è N26. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione Standard N26 non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai all'Home Page mentre per leggere la nostra recensione il link è: N26 Black

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *