Conto Tascabile CheBanca: opinioni sulla convenienza

La carta conto Tascabile è una delle prime carte dotate di Iban, ricaricabili, che si è affermata nel mercato delle più complete “carte conto”. Si tratta nella forma e nella sostanza di un prodotto completo in quanto permette al suo titolare di avere un servizio di home banking facile da usare ma dotato di tutti i servizi ad essa associati.

Se si richiede la carta conto tascabile e anche un conto corrente, il servizio di home banking sarà lo stesso, così come i codici necessari per potervi accedere e fare controlli o disposizioni.

Nel corso del tempo ha ricevuto molti premi, per alcuni anni è stata premiata come la migliore prepagata con Iban, e non ha effettuato grandi cambiamenti sui servizi proposti proprio perché fin dal principio CheBanca ha scelto di dotarla non solo di ricariche, pagamenti e prelievi, ma anche della possibilità di fare bonifici, pagamento di imposte e tasse (compresi F24 e F23, bonifici di ristrutturazione, Mav, ecc).

Come si richiede la carta conto Tascabile Chebanca?

La modalità più semplice passa per il servizio online: si deve riempire il rapido formulario con i dati identificativi per il suo rilascio (e per l’indicazione del nome sulla tesserina plastificata essendo una carta nominativa) e poi effettuare un bonifico seguendo le indicazioni per sfruttare la firma digitale.


Conto Corrente 728x90

In questo modo si ha il riconoscimento automatico e la richiesta viene soddisfatta in tempi generalmente rapidi. Se si è giù clienti la richiesta avviene all’interno dell’area personale dell’internet banking.

La conto Tascabile è sicura?

Si tratta di un metodo di pagamento sicuro grazie alla tecnologia chip&pin. Tra l’altro permette di fare prelievi sempre gratuiti anche sul circuito Postamat (funziona su circuito Mastercard ed è ampiamente accettata all’estero). Come servizio di home banking, per fare le disposizioni online, è molto sicuro sfruttando tre livelli di sicurezza:

  1. codice cliente associato alla data di nascita usata nella registrazione;
  2. primo codice cliente che serve per accedere all’internet banking;
  3. il secondo codice segreto che è dato dalla combinazione di due codici richiesti casualmente ogni volta.

In più, coloro che fanno l’attivazione del servizio OTP possono utilizzareanche questo come modalità di sicurezza.

Carta conto Chebanca: costi e caratteristiche

I costi della carta conto Tascabile sfruttano il sistema del canone quasi completamente comprensivo dei vari servizi compresi. Nel canone di 2 euro al mese sono compresi bonifici, ricariche, ordini di pagamento permanenti e domiciliazioni, prelievi, ecc.

Solo i prelievi fuori dalla zona Ue hanno un costo di 3 euro ma non è prevista la commissione applicata da Chebanca per il cambio valuta, il pagamento del bollo auto al costo di 1,87 euro e i bollettini postali premarcati o bianchi con un contributo di 40 centesimi.

Se quindi da una parte 2 euro sono un costo fisso, di contro per chi usa molto questa carta conto, sono ampiamente compensati dalla mancanza di costi ricorrenti sulla maggioranza di operazioni che possono essere disposte. Ad esempio basta effettuare anche solo 5 prelievi al mese per andare in positivo rispetto al costo fisso di 2 euro.

Essendo una carta conto completa può essere usata al posto di un qualsiasi conto corrente, purché non si desideri un prodotto cointestato (ha un solo intestatario), si voglia abbinare ad un fido bancario (possibilità non esistente essendo una carta ricaricabile), o si voglia richiedere la carta di credito o il libretto degli assegni.

Per il resto, se lo si inizia ad usare, non si ha una grande differenza rispetto all’uso di un normale conto corrente (ma ricordiamo che non rientra tra i conti correnti!).

Conto Tascabile: limiti

Come carta conto è comunque dotata di un plafond piuttosto elevato, arrivando a 50 mila euro. Non ci sono limiti di ricarica se non l’importo del plafond di cui è stata dotata. Come altri limiti o massimali troviamo:

  • limite max di uso al giorno 5 mila euro;
  • limite max di uso al mese 50 mila euro;
  • importo max per pagamenti in Italia PagoBANCOMAT® 5 mila euro al giorno e 50 mila euro al mese;
  • importo max prelievo in Italia BANCOMAT® 500 euro al giorno e 3 mila euro al mese;
  • importo max prelievo in Italia e all’estero MasterCard 500 euro al giorno e 3 mila euro al mese.

Una stessa persona può richiedere fino a un massimo di 5 carte conto tascabili.

Attivazione carta conto tascabile

Un aspetto da non sottovalutare è che la sostituzione e il blocco della carta non ha alcun costo. Il rinnovo avviene in modo automatico senza costi: circa un mese prima della scadenza della carta conto che si ha già viene inviata la nuova carta conto. Qui bisogna ricordarsi che il pin associato rimane lo stesso.

La carta non viene inviata attivata. L’attivazione è indicata sul foglio della carta conto, e passa attraverso l’inserimento nell’ATM e la digitazione del pin. La procedura di attivazione è quindi immediata.


Banner conto deposito 728X90

Altra condizione interessante è come disattivarla e smetterla di usarla: basta andare nell’area messaggi interni all’area clienti, una volta loggati, e comunicare la volontà di voler interrompere l’uso della carta conto stessa. Se si ha anche un’altra carta conto o un conto corrente CheBanca il trasferimento del saldo attivo residuo viene trasferito automaticamente sul nuovo rapporto.

Conto tascabile CheBanca: come ricaricare?

La carta conto Tascabile di CheBanaca è chiara e trasparente sui costi. Può essere usata in Italia e all’estero ed ha un plafond elevato.

Può essere ricaricata gratis tramite accredito o bonifico in entrata sfruttando l’Iban (può essere effettuata anche la ricarica automatica e associazione a conti elettronici come Paypal per ricaricarla).

CONCLUSIONI

La carta conto Tascabile di CheBanaca è chiara e trasparente sui costi. Può essere usata in Italia e all’estero ed ha un plafond elevato.

Può essere ricaricata gratis tramite accredito o bonifico in entrata sfruttando l’Iban (può essere effettuata anche la ricarica automatica e associazione a conti elettronici come Paypal per ricaricarla).

E’ quindi un ottimo prodotto, sicuramente economico anche se non totalmente a costo 0. Detto questo se si è particolarmente sensibili ai costi, e si vorrebbe avere qualcosa di simile ma senza un costo fisso mensile, partendo da un canone zero, rimanendo in CheBanca c’è sempre il conto Digital: Conto Zero Spese

Ti piace? Dillo su:

Carta conto del mese

La carta conto del mese è N26. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione Standard N26 non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai all'Home Page mentre per leggere la nostra recensione il link è: N26 Black

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *