Conto Banca 5: opinioni, servizi e costi

Cos’è il conto Banca 5 ed a chi conviene? Prima di rispondere a queste domande gioverà ricordare di quale istituto di credito parliamo, anche se sotto il nome di Banca Itb è presente nei vari tabaccai a partire dal 2008.

La possibilità di offrire servizi bancari, di incasso e di pagamento ai rivenditori di generi di monopolio l’ha fatta chiamare fin da subito la banca dei tabaccai e ne ha sancito il successo.

Questo ha attirato l’interesse di Banca Intesa Sanpaolo che ne ha acquistato il 100% della proprietà nel 2016, cambiando il nome in Banca 5 (vedi la recensione della carta conto). Rinominandola, l’istituto di credito torinese ne ha notevolmente ampliato i servizi offerti non solo agli esercenti ma anche alla clientela retail.

Tra queste evoluzioni abbiamo proprio il Conto Banca 5 che prova ad unire la comodità dell’online con la capillarità dei ‘tabaccai’ sul territorio. Vediamo in questo articolo con quali risultati.

Conto Banca 5: come funziona?

Le funzionalità del conto Banca 5 sono quelle comuni ad un classico e completo conto corrente a partire dalla possibilità di gestire online il rapporto tramite Home Banking. Dal web e dall’App e dal sito Banca 5 è infatti possibile:

  • controllare il saldo e i movimenti del conto (estratto conto) compresi quelli legati all’impiego del bancomat;
  • ricevere ed inviare i pagamenti a partire dai bonifici potendo disporre anche l’accredito dello stipendio o della pensione;
  • domiciliare le utenze attraverso SDD (Sepa Direct Debit).

Un conto esclusivamente online quindi? Assolutamente no. Con il conto della banca appartenente al gruppo Intesa è anche possibile:

  • Prelevare contanti: sia da ATM con la carta di debito gratuita che presso i circa quindicimila esercizi convenzionati con conto Banca 5;
  • Versare contanti presso gli esercizi che hanno attivato l’intera offerta che comprende oltre al conto, anche le carte di pagamento, servizi assicurativi e finanziamenti.

Aprire un conto Banca 5: guida alla richiesta

Visto l’anima online di questo conto non stupisce la possibilità di poter procedere alla sua richiesta via web. Per farlo è sufficiente seguire i seguenti 5 step:

  1. Registrazione del proprio account via App o sul sito ufficiale (https://www.banca5.com/consumatori/conto/pagamento) cliccando prima su ‘Consumatori’ e poi su ‘Registrati’;
  2. Leggere la documentazione di trasparenza;
  3. Introdurre i vari dati richiesti all’interno della semplice procedura guidata;
  4. Sottoscrivere il contratto grazie all’uso della firma digitale la cui attivazione avverrà durante la procedura stessa (sono presenti istruzioni a video);
  5. Effettuare il riconoscimento.

Questo rappresenta l’unico aspetto ‘non online’ visto che il riconoscimento dovrà essere fatto presso un esercizio convenzionato.

Conto Banca 5: costi e condizioni

Il conto corrente di Banca 5 non ha un costo di apertura e neppure di chiusura così come anche il canone è pari a zero.

Gratuito è anche il ‘bancomat’  così come il canone per la banca a ‘distanza’ (internet banking e Phone banking). Di contro non tutte le operazioni sono comprese nel canone in particolare abbiamo:

  • versamento in contanti: 1 euro;
  • bonifici: SEPA 0,85 euro, SEPA istantaneo 1,25 euro e SEPA My Bank 1,50 euro;
  • accrediti ed addebiti ricorrenti: gratis così come il giroconto;
  • pagamento Rav, Bollettino Freccia, CBILL, servizi pagoPA, Bollettini Postali: 2 euro;
  • ricariche telefoniche, pagamento e MAV: 0 euro;
  • ricariche delle carte prepagate: 1 euro (leggi carta prepagata Intesa).

Limiti

Per l’utilizzo del Conto Banca 5 sono presenti alcuni limiti legati in primis ai versamenti da esercizio ed ai trasferimento di denaro tramite Home banking. Anche in questo caso vediamoli più nel particolare:

  • Home banking: 12500 per bonifici (singola operazione) ed addebiti (sia per singola operazione che per giornalmente);
  • Versamenti: 999,99 al giorno e per singola operazione/4999,99 mensile.

Carta di debito internazionale

Il bancomat di Conto Banca 5 non ha alcun costo di emissione e neppure un canone mensile. Si tratta di una carta di pagamento internazionale che funziona sul circuito Mastercard.

Per questo può essere utilizzata comodamente in Italia ed all’estero per fare pagamenti (anche contactless e online) e per prelevare da Atm.

Per quanto riguarda i prelievi questi sono gratuiti se effettuati presso tutti gli sportelli automatici delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo. Per gli altri Atm è invece richiesta una commissione di 1,75 euro se in zona euro e 5,5 euro se extra UE.

Con questa card è possibile prelevare da 25 euro a 250 euro al giorno mentre per quanto riguarda gli altri limiti abbiamo:

  • Limite utilizzo da ATM sportello: 1500 euro al mese e 250 euro al giorno;
  • Limite utilizzo pagamenti: 1600 euro sia al mese che al giorno.

 

Carta conto del mese

La carta conto del mese è N26. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione Standard N26 non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai all'Home Page mentre per leggere la nostra recensione il link è: N26 Black

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *