Comparatore carte conto: un’alternativa al conto corrente?

Se si stanno cercando informazioni su un comparatore carte conto, si è probabilmente in una fase in cui non si è soddisfatti del proprio conto corrente, oppure ci si sta avvicinando per la prima volta a questo tipo di prodotti.

Un comparatore carte conto prende infatti in considerazione anche i prodotti di Istituti di crediti terzi rispetto a quelli presso i quali si ha già una carta prepagata o una vera e propria ricaricabile con Iban.

Comparatore carte conto: sono realmente utili?

Un comparatore, su qualsiasi tipo di prodotto, dalla carta conto ad una assicurazione, o altro, permette di avere un’occhiata abbastanza ampia ma non del tutto esaustiva.

Nel caso del comparatore carte conto ci si dovrà confrontare anche sulle possibili alternative ad un conto corrente.

Nel particolare si potranno avere i dati di una carta conto paragonati a quelli dei conti correnti, come se fossero due prodotti uguali o perfettamente sovrapponibili (leggi anche Meglio carta di credito o prepagata).

Può quindi essere utile usare il comparatore, ma bisogna avere un’idea chiara sul tipo di prodotto che si sta cercando.

Solo in questo modo, nella comparazione dei costi, si riuscirà a cogliere la reale convenienza che la carta conto, o in alternativa il conto corrente possono offrire.

Comparatore carte conto: come usarli?

In un comparatore l’inserimento dei filtri è tutt’altro che superfluo. Non inserire i giusti filtri per affinare la ricerca, pensando di ottenere così un ventaglio più ampio di scelta, è sempre un’opzione sbagliata.

Così si rischia di far ricadere la scelta su un prodotto che non è del tutto adatto a ciò che stiamo cercando e di cui abbiamo bisogno.

Questo discorso diventa ancora più importante nel caso di un comparatore carte conto, dove le differenze sono tutt’altro che trascurabili, in primis:

Non tutte le carte ricaricabili dotate di Iban sono delle vere e proprie carte conto.

E comunque all’interno delle carte conto, non sono molte quelle in grado di sostituire in modo soddisfacente un normale conto corrente. Quindi per evitare di cadere in un facile passo falso è consigliato:

  • individuare i tipi di servizi e operazioni di cui non possiamo fare a meno;
  • individuare le operazioni e i servizi che vorremmo, ma che probabilmente non utilizzeremmo;
  • confrontare i costi e la tempistica per l’esecuzione delle operazioni;
  • non sottovalutare l’importanza della sicurezza, facendo attenzione al tipo di canale che vogliamo utilizzare e che ci fa realmente sentire al sicuro.

Con queste informazioni andiamo poi a inserire i dati nel comparatore carte conto, e vediamo se ciò che ne deriva rientra nelle nostre preferenze.

Comparatore carte conto: la nostra proposta

In quest’ottica sia in quest’articolo che in home page proponiamo il nostro comparatore carte conto. Questo permette di confrontare le prepagate con iban migliori con i conti correnti online più ‘smart’ e convenienti.

Come detto all’interno dell’articolo per utilizzare questo tool online in maniera adeguata è necessario impostare i filtri che permetteranno di ricevere risposte mirate in base alle necessità.

Ti piace? Dillo su:

Carta conto del mese

La carta conto del mese è N26. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione Standard N26 non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai all'Home Page mentre per leggere la nostra recensione il link è: N26 Black

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *