Carte prepagate estere con iban: anche anonime?

In Italia è possibile richiedere carte prepagate estere con Iban? Sia che si tratti di un prodotto inglese o di una carta svizzera, oppure austriaca, sicuramente la scelta oggi per ricevere una carta prepagata è notevolmente aumentata.

La questione che bisogna se mai considerare è quali sono le possibilità di ottenere carte prepagate estere anonime con Iban, posto che si possa puntare a una carta realmente anonima.

Carte prepagate estere con iban: requisiti per la richiesta

In realtà per poter richiedere una delle varie carte prepagate estere con Iban bisogna avere pochi requisiti.

Per prima cosa trattandosi di carte “ricaricabili” non bisogna dare prova di avere un’affidabilità creditizia e quindi possono essere richieste da chiunque abbia raggiunto dei requisiti minimi che possono essere suddivisi in:

  • avere la maggiore età;
  • avere la residenza in uno dei paesi presenti nell’elenco che ogni società che emette queste carte ha (ad esempio Viabuy, N26 Standard e Soldo prevedono questa possibilità).

Come requisito aggiuntivo generalmente è richiesto un numero di cellulare che sia nazionale e non internazionale (per chi fa la richiesta dall’Italia quindi un numero di cellulare emesso da un provider italiano).

Carte prepagate estere con iban: modalità di richiesta

L’aspetto più positivo è proprio nei sistemi di richiesta. Le carte prepagate estere con Iban possono essere richieste tramite una semplice registrazione.

In alcuni casi, come ad esempio Viabuy, addirittura senza fare l’autenticazione dei propri dati, si può ottenere la carta della prima fascia.

Questa logicamente ha grandi limitazioni come ad esempio ricarica max di 1500 euro all’anno contro i 50 mila euro come plafond e ricarica illimitata all’anno per quella perfettamente validata.

In altri è richiesta anche l’autenticazione dei dati personali, che avviene sempre in modo digitale e rapidamente (come ad esempio con N26).

Quindi con la registrazione generalmente si:

  • apre un conto elettronico gratis con un Iban unico associato;
  • fa richiesta di una carta prepagata (o più carte potendo usare anche card aggiuntive) che viene inviata all’indirizzo usato in registrazione (qui è bene consultare i costi associati al canone, all’uso e eventualmente alle modalità di ricarica).

Carte prepagate estere con iban: costi e commissioni

I costi delle carte prepagate estere con Iban possono essere molto diversi e strutturati tramite un canone che può essere mensile o annuale e i costi di ricarica, di prelievo e di cambio valuta.

Per quest’ultimo si possono avere però anche delle condizioni migliori rispetto alle normali prepagate (quelle non estere).

Un semplice confronto può aiutare a trovare la proposta più idonea alle proprie necessità.

Carte prepagate estere con iban: anonime realmente?

La questione dell’anonimato può creare qualche difficoltà nella scelta. Se si vuole un buon plafond allora una card che non sia associata ad alcun nominativo diventa improbabile.

Ci sono delle proposte associate a conti off shore che sono costose e a volte nemmeno facilmente accettate.

Una soluzione molto più fattibile, che non prevede nemmeno l’applicazione di costi aggiuntivi è quella delle carte Privacy.

Non si tratta di carte anonime ma di carte che hanno una grande cura per la protezione dei dati dei titolari.

Queste carte sono emesse da società straniere che non devono registrarsi all’anagrafe dei conti in Italia e quindi non offrono diretto accesso alle informazioni che creditori e fisco in Italia possono avere.

Quindi se la questione personale è quella di avere una card con questa grande attenzione alla privacy si possono prendere in considerazione queste prepagate estere.

Un esempio lo troviamo con Carta Elektra e con Viabuy (Una per tutti! VIABUY MasterCard Prepagata).

Confronto carte estere

 Richiesta onlineConto online gratuito associatoCircuito
ViabuySi (Cliccando ad esempio qui)SiMastercard
N26Si (Cliccando ad esempio qui)Si
Mastercard

Carta conto del mese

La carta conto del mese è Hype. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione base Hype non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai al sito ufficiale cliccando questo link mentre per leggere la nostra recensione il link è: https://www.carteconto.org/carta-hype/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *