Carta conto Poste: conviene la Postepay Evolution?

La carta conto Poste Italiane è la Postepay Evolution. Con questa carta ricaricabile, che può essere richiesto presso qualsiasi ufficio di Poste Italiane, non si ha la necessità di essere titolare di un conto Bancoposta Click o di altro tipo (né con le Poste e nemmeno con le banche ‘tradizionali’).

Carta conto Poste: Postepay Evolution cosa offre?

La carta conto Poste con Iban è come già detto la versione  Evolution della Postepay, che essendo con Iban permette di svolgere quasi tutte le operazioni previste da un conto corrente quasi del tutto completo.

Infatti questa carta conto con Iban non prevede l’uso dell’Iban solo per fare ricariche sulla card tramite trasferimento o bonifico.

Sfruttando il servizio di internet banking senza costi di gestione, permette infatti anche di fare trasferimenti e bonifici in uscita. Vediamone nello specifico le principali caratteristiche.

Carta conto Poste con Iban: cosa permette di fare?

La carta conto Poste Postepay Evolution è una ricaricabile dotata di Iban che ha un plafond complessivo fino a 30 mila euro (tuttavia all’anno c’è anche il limite massimo di 100 mila euro ricaricabili nell’arco di un anno).

In questo la Postepay Evolution manca dello stesso appeal che hanno altre carte che non inciampano su un limite che rischia di essere troppo rigido per chi ha bisogno di una carta da usare in modo prevalente.

‘Carta di pagamento’

Come utilizzo questa card può essere usata per:

  • fare acquisti tramite pos;
  • fare acquisti online (grazie al circuito Mastercard);
  • eseguire i prelievi sia in Italia che all’estero.

Queste caratteristiche quindi portano la carta conto di Poste Italiane all’interno della categoria delle varie carte concorrenti.

‘Conto corrente’

Lo stesso discorso vale per le operazioni ammesse come ‘conto corrente’ dato che la carta Postepay Evolution può essere usata per fare:

  • bonifici;
  • pagamenti di imposte e tasse (come quelle automobilistiche al costo di 1 euro).

Non sono previste però alcune operazioni che possono essere fatte con altre carte ricaricabili concorrenti. Inoltre le operazioni disposte come bonifici e trasferimenti in uscita prevedono un costo non essendo comprese nel canone annuale.

Anche la PostePay Evolution, come carta conto di Poste, partecipa alla raccolta fondi del World Food Program e agli sconti applicati alle carte Bancoposta.

Carta conto Poste con Iban: costi e commissioni

La carta conto Poste Italiane prevede una commissione una tantum per l’emissione di 5 euro, mentre il canone annuale è di 10 euro.

Le ricariche, tranne gli accrediti con Iban, hanno un costo che parte dal minimo di 1 euro. Riportiamo per semplicità i costi di ricarica della carta conto Poste Italiane Postepay Evolution associati alle varie modalità contemplate:

  • da Atm Postamat, online da sito Poste, da App, da Postino con Pos, da sportello Bancoposta: 1 euro;
  • da punto vendita abilitato (solo esibendo carta di identità e cf): 2 euro;
  • da banche del gruppo Bpm: 2 euro;
  • da carte di credito e carte prepagate (no postamat): 3 euro.


Poi bisogna considerare i costi applicati sui prelievi che sono gratuiti solo se effettuati su Atm Postamat. Se il prelievo avviene su pos dentro a uno sportello Bancoposta la commissione è di 1 euro (come controllare il credito online). Poi per quanto riguarda i prelievi su sportelli bancari si hanno:

Costo prelievo carta conto Poste

  • da Atm bancario in Italia e zona Ue (in euro): 2 euro;
  • da Atm bancario extra Ue (non in euro): 5€ + commissione 1,10% cambio valuta.

Carta conto Poste: come si richiede

Per richiedere la carta conto Poste Italiane, bisogna andare in un ufficio postale e compilare il modulo di richiesta portando:

  • il codice fiscale o la tessera sanitaria;
  • un documento non scaduto di riconoscimento.

Per attivare la carta, oltre a versare i 5 euro di rilascio, bisogna anche considerare il costo del canone, per cui complessivamente si dovranno pagare 15 euro.

Carta conto Poste: cosa fare in caso di furto e di smarrimento?

Non c’è un trattamento diverso tra la carta conto di Poste e le altre carte (soprattutto per le varie Postepay). In caso di furto o smarrimento, si potrà bloccare senza costi la carta semplicemente chiamando i numeri dedicati. I numeri da chiamare sono:

  • numero verde 800.652.653 che deve usare chi chiama da fisso dall’Italia;
  • +39.049.2100148 se si chiama dall’estero.

La nuova carta conto Poste non verrà inviata a casa ma va richiesta presso un ufficio postale, esibendo anche la denuncia che deve essere fatta alle autorità preposte.

Il numero associato alla carta conto Poste cambierà mentre il Pin (a meno che non si richieda anche il cambio di Pin) sarà lo stesso della vecchia carta (vedi anche Postepay per minorenni).

Carta conto del mese

La carta conto del mese è Hype. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione base Hype non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai al sito ufficiale cliccando questo link mentre per leggere la nostra recensione il link è: https://www.carteconto.org/carta-hype/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *