Carta conto Intesa: conviene o NON conviene Superflash?

Le grandi banche si sono dotate almeno di una carta conto e Banca intesa SanPaolo non fa eccezione. Nella gamma piuttosto fitta di proposte di carte di pagamento, insieme alle tre versioni di carta ricaricabile Flash, c’è anche la versione di carta conto vera e proprio denominata Superflash.

Si tratta quindi di una carta nominativa ricaricabile dotata di Iban che permette di prelevare, fare pagamenti (sia fisici che on line) e di effettuare alcune operazioni base di un conto corrente (come pagamenti utenze e bonifici ma esclusivamente per la zona Sepa).

Principali caratteristiche della carta conto Intesa SanPaolo

La carta conto Superflash può essere usata sui circuiti Mastercard, Moneta e Moneypass. E’ accettata sia in Italia che all’estero. Può essere usata anche per i pagamenti in contactless e permette di fare prelievi nei vari ATm del gruppo Intesa e non (con costi ovviamente differenti).

Trattandosi di una carta dotata di Iban è idonea anche a ricevere accrediti oppure per disporre pagamenti ricorrenti. Può essere usata semplicemente per fare ricariche di cellulari o di altre carte prepagate.

Tra gli addebiti permanenti è accettato anche quello di Telepass. Infine può essere usata anche per pagare imposte oppure tasse universitarie (con Mav, rav, ecc).

Come si ricarica la carta conto Superflash?

Trattandosi di una carta conto permette la ricarica da conto oppure in contanti da sportello del gruppo Intesa Sanpaolo, oppure da Atm delle banche appartenenti al gruppo. Può essere inoltre ricaricata presso i tabaccai o con un’altra carta dello stesso gruppo.

Il costo di ricarica è di 1 euro tranne la ricarica in contanti da Atm Intesa che è gratuita (gratis anche l’accredito).

Limiti della carta conto Intesa

Rispetto alle sue dirette concorrenti, come la Genius Card e la Conto Tascabile, la Superflash di Banca Intesa non ha un plafond particolarmente elevato. Si ferma infatti a soli 10 mila euro.

Come massimale di prelievo al giorno l’importo massimo è di 500 euro. Invece per gli acquisti si può spendere tutto il plafond di cui è stata dotata al momento dell’acquisto stesso.

Per le ricariche abbiamo differenti massimali a seconda del canale usato:

  • max 3 mila euro se da sportello o da Atm Intesa SanPaolo di banca appartenente al gruppo intesa, purché venga fatto l’addebito su conto corrente;
  • ricarica online con una delle carte Intesa: il massimale è di 3 mila euro ad operazione;
  • se la ricarica è fatta con carte di altre banche il massimo è di 500 euro;
  • scegliendo la ricarica in contanti al mese non si possono superare i 5 mila euro.

Costi della carta conto Intesa

Il canone annuo è di 26,90 euro (2,24 euro al mese). I prelievi gratuiti sono solo su Atm del gruppo Intesa altrimenti costano 2 euro se fatti in Italia o zona Ue e 5 euro se extra Ue. I bonifici hanno un costo di 50 centesimi se da sportelli automatici altrimenti salgono a 2,5 euro e 3,5 euro a seconda che sia verso banche del gruppo oppure extra gruppo.

Se la valuta non è in euro il costo lievita in modo davvero molto elevato.Mav, pagamenti domiciliati (non Sdd) e tasse universitarie sono gratuiete mentre ogni altra operazione ha costi differenti che vanno da un minimo di 50 centesimi fino ad oltre 2 euro.

Vantaggi della carta conto Intesa Superflash

Tra gli aspetti sicuramente positivi della carta prepagata con iban di Banca Intesa Sanpaolo troviamo la componente assicurativa gratuita che protegge il titolare da:

  • frodi via web (Safe on line);
  • protezione acquisti da furto;
  • scippo/aggressione agli sportelli automatici (ATM) dei contanti prelevati.

Oltre a questo particolarmente interessante è la possibilità di geolocalizzare (Geocontrol) l’impiego della stessa card limitandola ad esempio nelle nazioni che si sono adeguate agli standard di sicurezza massimi.

Carta conto Intesa SanPaolo Superflash: come funziona online?

Questa card può essere comodamente utilizzata ‘a distanza’ da sito o da app grazie all’attivazione dei servizi My Key. Questi ultimi garantiscono per quanto riguarda la Superflash di poter effettuare:

  • bonifici in Italia e sul territorio Ue;
  • ricariche di altre prepagate e delle sim telefoniche.

I bonifici online hanno un costo pari ad 1 euro ad eccezione della tipologia ‘Mybank’ per i quali la commissione sale ad 1,50 euro.

N.b. My Key a sua volta permette l’attivazione del servizio O-key (costo 0,99 euro all’anno) attraverso cui, tra l’altro, prelevare senza carta dagli Atm di Banca Intesa (per mezzo di un device mobile e QR Code).

CONCLUSIONI

La carta Superflash di Intesa SanPaolo fino a quando ha mantenuto un canone molto più contenuto poteva rappresentare una buona alternativa per quanti fossero alla ricerca di una carta al posto di un conto corrente.

Tuttavia l’aumento del canone e la permanenza di costi extra canone di gestione molto spesso presenti la rendono, secondo il nostro parere, poco competitiva rispetto ad altri prodotti simili e che offrono minori costi.

Sul piano della sicurezza, invece, il sistema con cui avviene il login e con cui si possono dare le disposizioni di internet banking sono al pari di altri buoni prodotti.

Ti piace? Dillo su:
error

Carta conto del mese

La carta conto del mese è N26. La scelta è dovuta soprattutto alle recenti novità introdotte tra cui l'adesione, tra le prime in Italia, a Google Pay. Ricordiamo che nella sua versione Standard N26 non ha nessun costo e permette di ricevere e fare bonifici, pagare gratuitamente online e con Pos, prelevare gratis in Euro da tutti gli ATM. Per maggiori info e per aprirla vai all'Home Page mentre per leggere la nostra recensione il link è: N26 Black

2 comments

  1. chi devo denunciare se invece di una carta ne hanno fatte due facendo deviare dei soldi che dovevano arrivare a me

    1. Salve Silvestro. Con Banca Intesa? Comunque non cambia nulla visto che le ‘clonazioni’ possono colpire tutte le carte di pagamento di tutti gli istituti di credito. Immagino che lei abbia già provveduto alla denuncia ai Carabinieri o alla Polizia Postale attraverso cui aver diritto anche al rimborso della ricarica ‘persa’ (entro i tempi previsti che generalmente sono 60 giorni).

      La clonazione può essere avvenuta in qualsiasi momento, a me stesso è successo con una carta di credito nel momento del rinnovo alla data di scadenza, arrivata con posta assicurata ed immediatamente clonata (ero in ospedale da un mese e non l’avevo mai utilizzata dall’arrivo in sostituzione di quella scaduta). Saranno le stesse forze dell’ordine a svolgere le indagini sperando sempre di arrivare a capire chi ha commesso il ‘malfatto’. Ci faccia sapere

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *