Carta Hype Start o Plus: opinioni e limiti

Hype carta fisica conto o app? Non c’è necessità di dover scegliere se optare per l’uno o l’altro servizio perché sono tutti offerti come se fossero un unico prodotto, in modo gratuito e con la possibilità di poter semplificare la gestione di differenti carte.

Hype è infatti sia un conto elettronico con Iban, che una carta conto prepagata fisica che permette di fare bonifici, ricevere accrediti, ed effettuare pagamenti o prelievi.

Hype conto: caratteristiche e costi

Quando si apre il conto elettronico associato ad Hype si ottiene immediatamente un Iban attivo che può essere subito usato per essere ricaricato con uno dei sistemi previsti. Insieme alla richiesta del conto gratuito si ottiene anche la carta prepagata Hype anch’essa gratuita, che viene inviata senza costi all’indirizzo usato in fase di registrazione.

Quindi per quanto riguarda il servizio di internet banking associato al conto Hype si potrà contare sempre sulla sua totale gratuità sia per la versione Hype standard che per quella Plus.

L’uso e la gestione di Hype tramite la app è a sua volta gratuito, e inoltre consente un controllo costante con informazioni e sms periodici o successivi ad ogni operazioni che tengono costantemente aggiornati sul saldo e sulle spese effettuate. Anche per questi servizi informativi il costo è assente.

Hype carta conto prepagata Standard o Plus

La Hype viene rilasciata nella versione standard. Questa, tramite richiesta in agenzia Banca Sella al costo di 10 euro, può essere rilasciata anche ai minorenni. Richiedendo la Hype carta Standard online non si affronta nessun costo di emissione o di invio.

La versione Standard è sempre gratuita mentre se si evolve passando alla versione Plus che rappresenta la vera versione di carta conto prepagata, con un aumento anche del plafond e dei limiti spendibili e ricaricabili, si paga 1 euro al mese come canone di gestione.

Si tratta in entrambi i casi di una carta conto fisica prepagata che può essere usata per fare i pagamenti nei negoizi fisici o online, purché su esercizi che siano abilitatai al circuito Mastercard.

La carta Hype sia nella versione Plus che Standard è dotata della tecnologia contactless e del chip&Pin quindi la sicurezza è molto elevata, rafforzata dalle comunicazioni e notifiche in funzione dell’uso che ne viene fatto. Lo stesso discorso riguarda i prelievi che sono sempre gratuiti se fatti presso gli Atm della Banca Sella o qualsasiasi altra banca italiana, europea o in zona extra Ue.

Come si richiede la carta Hype?

Sono sufficienti pochi minuti per poter ottenere la Hype carta. Anche se permette di fare gli acquisti on line non è una carta di credito, in quanto si può spendere o prelevare solo le somme che sono effettivamente ricaricate su di essa.

  1. Bisogna innanzitutto cliccare su un banner (presente anche in quest'articolo) che condurrà al sito di Hype.
  2. Selezionare le voci “registrati subito” oppure Apri ora, ecc.
  3. Seguire la procedura interamente guidata che prevede l’inserimento dei dati del richiedente, quelli di indirizzo per l’invio della carta.
  4. Procedere al semplice riconoscimento tramite webcam con un documento di identità.

In questo modo si ha il riconoscimento senza dover inviare alcun documento. Il conto Hype sarà già funzionante e nel giro di qualche giorno arriverà la carta Hype senza costi, e con poca distanza arriverà anche il Pin così da poterla utilizzare immediatamente (attivazione della carta semplice tramite l’uso dell’app da usare anche per la registrazione).

Si ricorda che l’inserimento di un numero di cellulare italiano è fondamentale per la registrazione, per cui si dovrà inserire quello dello smartphone sul quale si scarica l’app Hype.

Questa oltre a consentire controllo e disposizioni della Hype conto o carta, permette anche di registrare fino a 5 carte prepagate o di credito da usare per ricaricare la Hype carta prepagata. I costi di ricarica variano a seconda del canale usato.

Hype carta Standard o Plus: costi di ricarica e differenze

Con la versione Standard della Hype card si può raggiungere un massimo di ricarica di 2500 euro all’anno. Con la versione Plus si sale a 50000 euro.

Le ricariche potranno essere fatte da altra carta Hype (sempre gratis anche se si usa Atm o internet o app), da altra carta di pagamento con un costo di 90 centesimi (gratis comunque in promozione fino a fine marzo 2018) indipendentemente dal canale usato, mentre non è prevista la modalità in contanti.

E’ possibile fare la ricarica con accredito o con un bonifico in entrata sempre gratuitamente. Gratis anche i bonifici in uscita. Per la versione Standard il massimo di ricarica è:

  • 250 euro se si usa la funzione ricarica da carta;
  • 500 euro per operazione da carta;
  • 1000 euro al giorno con accredito (Rimane il limite di 2500 euro comunque all’anno).

Per la versione Plus invece i massimi di ricarica sono:

  • 10000 euro al giorno;
  • 20000 euro al mese;
  • 50000 euro all’anno.

Il limite di prelievo giornaliero diventa di 1000 euro così come quello mensile.

CONCLUSIONI

La Hype carta è stata premiata come migliore carta prepagata del 2016. Si tratta di un buon prodotto che non assolve interamente la funzione tipica di un conto corrente di base, ma l’uso dell’apposita app che necessita di pochi requisiti minimi e l’ampia funzionalità, la rendono un ottimo prodotto, uno dei più performanti, nell’ambito delle carte prepagate anche per il 2017 e probabilmente per il 2018.

In fondo non costa nulla anche in caso di non utilizzo e può essere un borsellino comodo da tenere nel cassetto e tirare fuori quando si parte per fare un viaggio, per mettere da parte qualche soldo finalizzato a una spesa programmata, ecc.

Ti piace? Dillo su: