Amazon accetta carte prepagate: vero o falso?

Amazon accetta carte prepagate? Questa è sicuramente una delle domande principali da farsi prima di aprire un account con il grande e-commerce.

Quando ci si registra ad Amazon bisogna infatti indicare il mezzo di pagamento che si utilizzerà al momento degli acquisti (che potrà comunque essere cambiato in ogni momento).

Ma la risposta alla domanda iniziale quale è e come scegliere la migliore carta prepagata per pagare su Amazon? Vediamolo assieme.

Amazon accetta carte prepagate: si o no?

Iniziamo subito dicendo che Amazon contempla anche le prepagate fra i metodi di pagamento accettati. Riassumendo per pagare su Amazon possiamo utilizzare:

  • carte di credito Visa, Mastercard e America Express;
  • carte prepagate Visa, Mastercard, Postepay e Paypal;
  • buoni regalo;
  • buoni Amazon;
  • carte Maestro.

Amazon accetta carte prepagate: come aggiungere una ricaricabile all’account

Oltre a poter inserire una prepagata come metodo di pagamento in fase di registrazione (Clicca qui per registrati) è possibile aggiungere questo tipo di carta di pagamento anche in un secondo momento.

Vediamo nel particolare come avviene la procedura:

  1. Per prima cosa bisogna accedere alla sezione ‘Il mio account‘;
  2. Qui è necessario selezionare la sottosezione ‘Opzioni di pagamento‘;
  3. Ora si può cliccare su ‘Aggiungi una carta’ per aggiungere un metodo di pagamento compreso una carta prepagata.

La procedura è evidentemente molto semplice e ben guidata dalle istruzioni riportate sulla pagina.

Amazon non accetta carte prepagate: in quali casi?

Abbiamo fin qui visto che in linea di massima Amazon accetta carte prepagate. Appurato questo ci possono essere alcune limitazioni o meglio restrizioni.

Tali limiti sono imputali ad Amazon (come nel caso dell’impossibilità di utilizzare una prepagata ed una carta di credito contemporaneamente nello stesso ordine) oppure alla stessa ricaricabile od al suo emittente.

Questo è il caso delle card prepagate che non accettano pagamenti ricorrenti. Stesso discorso per gli emittenti che richiedono l’inserimento del codice di sicurezza per gli acquisti online.

Ricordiamo infatti che le carte prepagate non possiedono questi numeri (3 per Mastercard e Visa, 4 per American Express).

Amazon non accetta carte prepagate: qual’è la migliore ricaricabile?

Proviamo ora ad analizzare alcuni esempi di carta prepagata che Amazon accetta senza problemi focalizzandoci su tre aspetti fondamentali:

  1. Costo;
  2. Sicurezza;
  3. Comodità.

In quest’ottica proponiamo la notissima Postepay ed Hype, la carta/conto online di Banca Sella.

Postepay

La nota prepagata di Poste Italiane non prevede canone annuale ma ha un costo di emissione pari a 10 euro. Appartiene al circuito Visa ed anche per questo il livello di sicurezza è molto elevato.

La Postepay sfrutta anche il Sistema di Sicurezza Web che si basa sul collegamento con il proprio numero di cellulare ove verrà tracciata ogni transazione grazie alla modalità 3D Secure.

Buono anche il giudizio sulla comodità che si palesa fin dalla richiesta che viene effettuata direttamente all’ufficio Postale (vedi anche la versione per minorenni).

Hype

Amazon accetta carte prepagate e tra queste  troviamo anche il conto carta Hype di Banca Sella. Carta Hype ha un costo di emissione pari a 0 così come gratuito è il canone annuale.

Questo è riferito alla versione standard che ha un limite annuale di ricarica pari a 2500 euro. Un importo comunque adatto ad una prepagata da utilizzare per i propri acquisti online.

Questa versione può comunque essere evoluta alla Plus che ha un limite di ricarica pari a 50 mila euro ed un costo mensile di solo 1 euro.

La Hype è una carta Mastercard e per questo sicura al 100% alla pari della Postepay. La carta può essere richiesta comodamente online senza dover inviare cartaceo ed arriva a casa in pochi giorni.

Ti piace? Dillo su:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *